Oculista

Visita specialistica oculistica

La salute dell’occhio è essenziale per la qualità della vita e l’autonomia personale, mantenere una buona vista ci aiuta a svolgere nella maniera migliore le nostre attività quotidiane . Per mantenerla, è necessario sottoporsi a controlli medici specialistici periodici per prevenire e diagnosticare tempestivamente l’insorgere di eventuali problemi.

La visita oculistica viene effettuata da un medico specialista ed è molto di più del semplice controllo dell’acuità visiva ma si tratta di una vera e propria visita specialistica eseguita da medici competenti.

Tramite la visita oculistica si possono diagnosticare malattie degli, che possono invece portare alla perdita della vista se non diagnosticate e trattate. Il medico specialista è in oltre in grado di diagnosticare manifestazioni oculari di malattie sistemiche o sintomi che si possono ricondurre a problematiche oncologiche.

La visita oculistica generale è l’atto medico di prevenzione, diagnosi e trattamento dell’apparato visivo. Si differenzia da quella di secondo livello (o super-specialistica) che invece è mirata alla cura di una specifica malattia oculare, precedentemente identificata o sospettata.

La visita comprende diverse fasi:

Anamnesi: raccolta di informazioni di carattere generale;

  • Esame obiettivo: Si esamina la morfologia degli occhi, il loro allineamento e la loro motilità, lo stato delle palpebre e la velocità di contrazzione.
  • Esame alla lampada a fessura (o biomicroscopia): esame diretto a forte ingrandimento delle palpebre, della congiuntiva, della sclera, della cornea, della camera anteriore, dell’iride, del cristallino. Mediante lenti addizionali, permette anche l’esame dell’angolo irido-corneale, del corpo vitreo, della retina e della testa del nervo ottico. È un esame fondamentale, che permette di identificare o di sospettare molte patologie oculari;
  • Autorefrattometria: esame obiettivo del difetto di refrazione (miopia, ipermetropia, astigmatismo);
  • Esame dell’acuità visiva (esame della vista): permette di misurare in ogni occhio l’acuità visiva, cioè la capacità di mettere a fuoco e distinguere gli oggetti, naturale e con la migliore correzione con lenti;
  • Tonometria: misurazione della pressione oculare che permette di identificarne l’eventuale incremento, importante fattore di rischio per il glaucoma;
  • Esame del fundus oculi

In presenza di disturbi del apparato visivo riscontrati durante gli esami che richiedono la correzione con lenti, il medico oculista prescrive la correzione adeguata da portare all’ottico per farsi realizzare lenti a contatto oppure occhiali personalizzati in grado di restituire un perfetta capacità visiva.

Richiedi appuntamento al nostro OCULISTA

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016 (“GDPR”) Cliccando sulla casella INVIA RICHIESTA i dati personali da Lei forniti saranno acquisiti da PLV s.r.l.
che li tratterà in qualità di Titolare, mediante strumenti manuali informatici e telematici, per riscontrare la richiesta di contatto.
Premendo il tasto INVIA RICHIESTA, oltre ad inoltrarci la richiesta, ci autorizza al trattamento dei Suoi dati nei modi illustrati e per le finalità previste nell'informativa completa in
relazione alle finalità del documento completo nella sezione del sito.