Endodonzia Conservativa

Endodonzia Conservativa

L’odontoiatria conservativa è dedicata al trattamento e alla cura delle lesioni dello smalto del dente e della dentina che possono causare dolore ed ascessi, con la finalità di restaurare la normale funzione delle lesioni e ripristinare l’estetica del dente danneggiato.
Con il termine di “endodonzia” si intendono le tecniche per la cura dell’endodonto, ovvero lo spazio all’interno dei dente che contiene la polpa dentaria, vasi, nervi e cellule.

Le lesioni dentali che richiedono una terapia conservativa sono:

  1. CARIE: che colpisce i tessuti duri del dente (smalto, dentina, cemento) che determina lo sfaldamento degli stessi creando vere e proprie cavità;
  2. FRATTURE DENTALI: possono avvenire in seguito a cadute, attività sportive, incidenti e l’uso improprio della funzione dentale come lo sfregamento notturno dei denti o abitudini errate. Esse possono essere di vari tipi: fratture dello smalto, smalto-dentina, coronali e radicolari.

Grazie alle tecniche conservative è possibile recuperare una vasta gamma di lesioni dentali, l’eliminazione dei dolori e il pieno recupero funzionale del dente. Inoltre tali interventi sono praticamente invisibili dall’esterno in quanto con le nuove tecniche si può riprodurre in maniera quasi perfetta l’estetica del dente.